• PP evolution boost estivo giugno 2024
  •  
 
Economia

Intelligenza Artificiale: Chat GPT-4o, collaborazione Apple-OpenAI e nuove frontiere di investimento

David Pascucci, market analyst XTB

OpenAI ha presentato il suo ultimo modello - Chat GPT-4o - circa due mesi fa, il quale sembra essere una svolta nel campo del servizio clienti e dell’esperienza utente.

Il nuovo GPT-4o (con la "o" nel nome che sta per "omni," alludendo al vasto potenziale dello strumento) può riconoscere immagini, audio e testo con incredibile velocità, rendendo le interazioni sorprendentemente simili a delle conversazioni reali con un essere umano. Queste funzionalità dimostrano senza dubbio un notevole progresso nello sviluppo dell'IA, ma è importante mantenere una prospettiva cauta sulla portata rivoluzionaria di questo strumento. Sebbene impressionante, questa nuova versione rilasciata da OpenAi rappresenta un'evoluzione più che una rivoluzione nel settore dell’intelligenza artificiale.

Anche se spinge i confini di ciò che si credeva impossibile, non costituisce un cambiamento radicale rispetto ai modelli già esistenti sul mercato. In termini di benchmark chiave, come MMLU e capacità matematiche, supera la concorrenza, ma non di un margine significativo. OpenAI sembra puntare a offrire la migliore esperienza utente possibile, piuttosto che introdurre uno strumento rivoluzionario. Questo obiettivo è ulteriormente evidenziato dalla decisione di rendere il nuovo modello disponibile gratuitamente, suggerendo una strategia mirata a espandere la base di clienti al dettaglio, anziché quelli professionali. Il potenziale del nuovo Chat GPT-4o è evidente, ma la sua adozione come catalizzatore per spingere le valutazioni delle società tecnologiche rimane incerta.

Apple annuncia ufficialmente la collaborazione con Open AI 

Nel frattempo, Apple ha recentemente annunciato - in data 10 giugno 2024 - una collaborazione con OpenAI chiamata "Apple Intelligence". Questo sistema integra modelli generativi avanzati con il contesto personale degli utenti su iPhone, iPad e Mac, stabilendo nuovi standard di privacy e sicurezza. Siri potrà sfruttare l'intelligenza di ChatGPT quando necessario, sempre informando gli utenti per garantirne la consapevolezza e il consenso.

Apple ha annunciato che ChatGPT sarà integrata nell'analisi di immagini e documenti, nella generazione di contenuti, e nei suggerimenti di scrittura. Grazie ad Apple Intelligence, Siri diventerà anche più personalizzata, con la possibilità di interagire sia via testo che con comandi vocali.

Le protezioni per la privacy includono la non memorizzazione delle richieste da parte di OpenAI e l'oscuramento degli indirizzi IP degli utenti. L'integrazione di ChatGPT, alimentata da GPT-4o, arriverà su iOS, iPadOS e macOS entro la fine dell'anno, accessibile gratuitamente senza necessità di creare un account, mentre gli abbonati a ChatGPT potranno collegare i loro account per accedere alle funzionalità a pagamento. Questa integrazione potrebbe segnare un punto di svolta significativo.

Investimenti in IA: Opportunità e criticità

L’intelligenza artificiale è divenuta un tema centrale per investitori e trader negli ultimi anni, rappresentando una potenziale rivoluzione tecnologica con implicazioni sullo sviluppo delle società e sulla gestione delle imprese. Le analogie con l’invenzione di Internet sono evidenti, entrambe avendo un impatto profondo sul modo di vivere e operare nella società, con usi potenzialmente illimitati. Come Internet, l'IA è destinata ad influenzare ogni ambito della società su larga scala.

Il confronto con Internet non è casuale: i mercati finanziari stanno attraversando un periodo macroeconomico simile al debutto di Internet. Tassi elevati, inflazione ancora alta e disoccupazione sui minimi storici sono elementi che raccordano queste due innovazioni tecnologiche e il confronto con la bolla delle Dotcom risulta quasi immediato.

Al centro delle attenzioni degli investitori, quando si parla di investimenti legati alla tecnologia, vi é l’indice Nasdaq, indice composto per la maggior parte di titoli tecnologici ed il primo indice a risentire dell’impatto positivo di ogni innovazione che viene presentata ai mercati finanziari. Attualmente il Nasdaq racchiude le piú importanti aziende al mondo, con le prime tre posizioni nella classifica delle aziende più capitalizzate al mondo occupate proprio da tre titoli tecnologici, in ordine Microsoft, Nvidia e  Apple. Il titolo Nvidia è il principale driver, ossia il titolo che ultimamente sta guidando questa rivoluzione tecnologica sui mercati finanziari e si erge da portabandiera della rivoluzione IA in termini di appetibilità sui mercati.

Consideriamo il fatto che a ottobre 2022 il titolo aveva una capitalizzazione di 280 miliardi di dollari, mentre a giugno 2024 abbiamo raggiunto i 3000 miliardi di capitalizzazione. Questo rappresenta paradossalmente un problema in quanto un titolo già fortemente capitalizzato, ha letteralmente moltiplicato la sua capitalizzazione in poco piú di un anno e mezzo. Un evento poco sostenibile nel lungo periodo, per quanto i risultati siano buoni in termini di fatturato e utili ed in linea di massima sempre sorprendenti.

Inoltre, il titolo Nvidia presenta una volatilità significativa, rappresentata dal parametro noto come "beta". Ad esempio, Nvidia ha un Beta di 1,69, il che significa che se l’indice di riferimento (il Nasdaq) compie un movimento dell’1%, Nvidia compie un movimento dell’1,69%. Questo comportamento è considerato "anomalo" in confronto ad altri titoli ad altissima capitalizzazione, i quali hanno solitamente un Beta pari o inferiore a 1.

Ad esempio, Microsoft ha un beta di 0,89, Google 1, Apple 1,25; in sostanza, Nvidia ha un beta simile a titoli con capitalizzazione nettamente inferiore come ad esempio AMD, che ha un beta uguale ad Nvidia ma una capitalizzazione di circa 270 miliardi. Questo esempio del Beta evidenzia il comportamento anomalo del titolo Nvidia, il quale si aggiunge al forte aumento della sua capitalizzazione in un breve lasso di tempo.

Investire in IA rappresenta una scommessa a lungo termine, con prezzi attuali che riflettono aspettative future incerte. Le condizioni macroeconomiche attuali, simili a quelle del 2000 e 2007, suggeriscono prudenza. Un investimento in IA potrebbe essere più opportuno quando le condizioni economiche si stabilizzeranno, con tassi di interesse e inflazione normalizzati e una ripresa economica in atto.

Pertanto, è importante prestare attenzione non solo a Nvidia, che al momento guida la rivoluzione IA, ma anche ai suoi potenziali competitor come AMD e Intel, che potrebbero beneficiare di un riassestamento delle condizioni finanziarie.

Ti potrebbero interessare...
19/07/2024
Redazione
Pernod Ricard cede parte della sua attività vinicola, per concentrarsi sui liquori
19/07/2024
Redazione
Amazon: nel primo giorno del Prime Day in America spesi 7,2 miliardi di dollari
18/07/2024
Redazione
La Bce non interviene sui tassi di interesse, non ancora sconfitta l'inflazione
18/07/2024
Gruppo Hera
Gruppo Hera e Fincantieri: siglata una partnership per l'economia circolare